il Molino dei Celestini

I prodotti del molini dei celestino Il molino dei celestini logo

Il marchio dei nostri prodotti è riferito al mulino dei celestini: luogo proprio di una produzione locale e tipica, profondamente legata alla terra ove lo stesso insisteva. Al riguardo, il mulino è stato costruito intorno al 1400 dai monaci Celestini per la Comunità peligna. La comunità celestiniana, riportata dalle cronache come "utili signori" di Pratola per concessione di Carlo II d'Angiò, dimorarono nella zona dal 1294 fino al 1807, quando l'Ordine fu soppresso per effetto delle leggi napoleoniche. Nel medioevo il diritto di costruire mulini e di macinare il grano apparteneva al Vescovo o al Signore locale. Anche l’uso delle acque era regolamentato e per tale ragione si ricordano le più note suppliche finalizzate all’investitura ed al suo utilizzo. Diversamente dai mulini a coppedelli quello celestianiano di Pratola era mulino di pianura e sfruttava il corso dell’acqua pescando l’energia mediante una ruota a pale curve. Il mulino di Pratola era il più grande del comprensorio ed era dotato di due macine, una per il grano l'altra per il granturco.

Gli elementi rustici attigui al mulino, le caratteristiche solidali dell’attività molitoria, la semplicità delle lavorazioni, le caratteristiche dell’energia utilizzata per macinare, la contestualità di scambi di altri prodotti e la condivisione di esperienze di coltivazione e di produzione di alimenti, realizzavano all’epoca un unicum topografico, un microborgo paradigmatico della più antica tradizione di vita contadina e quindi anche culinaria. In tal senso, oggi il marchio Molino dei Celestini vuole rappresentare la sintesi di una tradizione agro-alimentare abruzzese che coniuga genuinità, sapore, ricerca e dettaglio delle materie prime, peculiarità di una produzione artigianale con buona parte delle linee preparate a mano. IL Molino dei Celestini è una azienda che opera nella Valle Peligna nel Parco Nazionale della Maiella, nel cuore della Regione Verde d'Europa. È proprio in virtù di questa localizzazione e della conoscenza approfondita e duratura del territorio che riesce a reperire i prodotti; ugualmente con passione, perizia e accuratezza li trasforma, li commercializza e li distribuisce.

Materie prime e peculiarità della lavorazione attribuiscono ai prodotti del Molino dei Celestini caratteristiche, per alcuni versi, ineguagliabili. Essi ricalcano appieno i confini geografici e le caratteristiche alimentari del “tipico abruzzese”, salvaguardando, appunto, originalità di materie prime, individualità di sapori, ricchezza nutrizionale.

In via generale si segnala che le materie prime: accolgono le restrizioni italiane sugli OGM, alcune linee sono riferite ad “agricoltura biologica”, altre annoverano sostanze provenienti “da agricoltura biologica” secondo un sistema organizzativo tipico dell’oasi ecologica, altre rientrano nella c.d. “filiera controllata”.

L’acquisizione dei prodotti offerti dal Molino è essenzialmente legata a due procedure:
La prima, riservata, appunto, alla ricerca delle materie prime. Si basa su una rete di produttori tutti rigorosamente locali, testati nel corso di un ventennio anche attraverso il loro utilizzo, con estremo successo, nell’ambito della ristorazione collettiva, effettuata da altra società del gruppo. Alcuni di questi coltivatori provvedono alla preparazione del prodotto che quindi viene commercializzato con il marchio del Molino dei Celestini dopo adeguata verifica dell’intero ciclo.
La seconda, riservata invece a tutti quei prodotti direttamente preparati e confezionati dal Molino dei Celestini. Ovviamente, la manualità della preparazione se per un verso consente di commercializzare quantità non elevate di questi alimenti, per l’altro è garanzia di ricercatezza e preziosità alimentare, riuscendo nell’intento di offrire sapori e preparati che solo nelle comunità familiari di una volta potevano essere apprezzati.

I prodotti del molini dei celestino